Le regole essenziali per consegnare sempre un prodotto fresco, anche a migliaia di chilometri

Spedire Fresco

Spedire alimenti freschi è semplice, a patto di adottare una serie di accorgimenti. Non basta prendere un qualsiasi contenitore in polistirolo e metterci del ghiaccio. Le varbiabili da considerare sono tante: che tipo di contenitore isotermico utilizzare? Quale spessore? Quanto ghiaccio va messo?

Andiamo a vedere nel dettaglio gli elementi fondamentali per spedire fresco.

Contenitori isotermici per spedizioni

Il contenitore isotermico per la spedizione di alimenti freschi è il primo degli elementi fondamentali. SI tratta di contenitori fatti con materiale isolante, ed i più comuni sono quelli in polistirolo.
Ma basta prendere un qualsiasi contenintore  in EPS e metterci gli alimenti da spedire? Assolutamente no.

I fattori da considerare nella scelta del giusto contenitore isotermico.

  • Spessore
  • Densità
  • Termperatura esterna

Lo spessore necessario dipende dalla durata del fresco che si vorrebbe ottenere e dalla temperatura esterna. Con temperature esterne invernali, o fresche di mezza stagione, è sufficiente un contenitore da 2,5 cm, perfetto sia per prodotti spediti all’interno di celle frigorifere, sia per prodotti mantenuti freschi da ghiaccio sintetico.

Tempi di spedizione più lunghi e temperature più calde richiedono un settaggio più performante, sia in termini di spessore, che dovrà essere minimo di 3 cm, sia in termini di quantitativo di ghiaccio utilizzato. Ovviamente l’utilizzo di uno spessore alto tutto l’anno è una garanzia, quindi se li trovate a buon prezzo, fate una bella scorta da utilizzare in ogni stagione.

La densità del cotenitore è molto importante, più è alta e più farà da barriera dalla termperatura esterna. Si consiglia di comprare sempre contenitori ad alta densità.

Il ghiaccio sintetico per spedire alimenti freschi

Buste Ghiaccio Spedizioni

Il ghiaccio sintetico è il secondo elemento fondamentale per spedire un prodotto fresco. Chiamato anche ghiaccio gel o elemento refrigerante, serve a mantenere una temperatura costante nel range 0°-4°C il più a lungo possibile.

Esistono in commercio diversi tipi di ghiaccio sintetico, variando per forma e dimensone, o per contenuto. La varietà ti  permette di scegliere la soluzione più adatta per ogni tipo di prodotto ed esigenza. Infatti, non puoi utilizzare un qualsiasi elemento refrigerante, poichè i vari formati differiscono per durata, dimensione, e quantità di umidità rilasciata durante la spedizione.

Trovato il formato più adatto, nel momento in cui andrai a spedire sarà cruciale scegliere il corretto quantitativo di ghiaccio da inserire per ogni kg di prodotto fresco. Questa è una scelta un po’ complessa, ma si può comunque partire da una stima. Diciamo che per spedizioni di 1 giorno basta un quantitativo di ghiaccio che sia la metà della merce, Si va ad aumentare con la durata della spedizione e con temperature più alte.

Ad ogni modo, è fondamentale fare dei test prima di cominciare a spedire, per rendersi conto di quale sia il settaggio corretto per quel tipo di contenitore e per quella determinata stagione.

Accorgimenti vari per spedire fresco

Spedire fresco, credimi, è molto semplice, e ci prenderai la mano in brevissimo tempo. Questa serie di trucchetti possono far sembrare la cosa un po’ complessa, ma non lo è affatto.

Ecco cosa devi fare, o non fare, per spedire prodotti freschi in tranquillità:

  • L’aria è il nemico. Seppure sia il miglior isolante in assoluto, l’aria negli spazi vuoti all’interno del contenitore accorcia la durata del ghiaccio, quindi è meglio ridurla al minimo con un contenitore più piccolo o con materiale da riempimento.
  • Occhio al giorno della settimana. Evita di spedire negli ultimi giorni della settimana per non rischiare che il pacco rimanga fermo da qualche parte in attesa del lunedì.
  • Il ghiaccio va messo sopra. Spesso il ghiaccio viene messo ovunque, quando invece andrebbe disposto con logica. La direzione del freddo va da su verso giù, quindi va adagiato sopra gli alimenti, o al massimo lateralmente.
  • Raffredda tutto il box. Per evitare lo scambio termico tra ghiaccio, merce, e gli imballaggi, fare in modo che il tutto sia alla stessa temperatura per evitare lo scambio termico. Quando possibile mettere il tutto all’interno di un frigo o una cella e prelevare il pacco appena arriva il corriere.
  • Metti il quantitativo di ghiaccio sufficiente. Ci rendiamo conto che il ghiaccio è una spesa, e che il suo peso va ad incidere sul costo della spedizione, ma è sempre meno di una spedizione con furgone refrigerato, che parte minimo da 35 € per un piccolo pacco.
  • Scegli il formato giusto. Non basta mettere il ghiaccio, anche se nel giusto quantitativo, ma devi scegliere la soluzione più adatta al tipo di prodotto ed alla durata della spedizione. Se la condensa è un problema scegli un formato piuttosto che un altro, e se cerchi una durata più lunga opta per blocchi più spessi piuttosto che piccoli blocchetti.

Ti piacerebbe avere una soluzione per te? Ricevi una consulenza gratuita!

Form Consulenza