Ghiaccio sintetico, ghiaccio secco e ghiaccio gel, sono termini spesso utilizzati con tanta confusione. Magari si cerca del ghiaccio secco ma si digita “ghiaccio sintetico” su google, oppure il contrario. Si tratta di prodotti completamente differenti che vengono utilizzati in diversi ambiti ed applicazioni.

Sia il ghiaccio sintetico che il ghiaccio secco sono delle valide soluzioni, ma solo quando utilizzati nel modo corretto, nelle loro applicazioni ideali. Questo articolo esplorerà le differenze chiave tra i due, aiutandoti a capirne le caratteristiche ed a scegliere quello giusto.

Ghiaccio Sintetico & Ghiaccio Secco: Due Prodotti Differenti

Ghiaccio sintetico e ghiaccio secco

Cos'è Il Ghiaccio Sintetico?

Il ghiaccio sintetico è un sostituto del ghiaccio realizzato da materiali che possono accumulare freddo, generalmente polimeri superassorbenti o gel a base di acqua salina. Questo tipo di ghiaccio è riutilizzabile e non produce acqua quando si scioglie, il che lo rend ideale per applicazioni dove l’acqua potrebbe danneggiare il prodotto, come nelle spedizioni di farmaci o alimenti freschi.

Cos'è Il Ghiaccio Secco?

Il ghiaccio secco  è anidride carbonica solida che sublima a -78.5°C, passando direttamente dallo stato solido a quello gassoso senza lasciare residui liquidi. Questa caratteristica lo rende particolarmente utile per spedizioni che richiedono temperature estremamente basse e per impieghi in cui la contaminazione di acqua è inaccetabile.

Confronto Delle Proprietà

Mentre il ghiaccio sintetico opera a temperature simili a quelle del ghiaccio trazionale, 0-4*C, il ghiaccio secco offre un raffreddamento più intenso a -75.5°C, che può essere necessario per il trasporto di materiali biologici o per la conservazione di cibi che devono rimanere congelati. Tuttavia, il ghiaccio secco richiede una manipolazione cauta a causa del suo estremo freddo e della sublimazione in gas CO2, che può richiedere ventilazione adeguata durante il trasporto e lo stoccaggio.

Usi e Applicazioni

Il ghiaccio sintetico trova largo uso per la spedizione di prodotti freschi e surgelati. Il ghiaccio per spedizioni di FrostPac, come le buste pronte o il Super Gel -16°C, sono la prima scelta degli e-commerce che vogliono assicurarsi la conservazione dei loro prodotti freschi o surgelati durante il trasporto. Si tratta di soluzioni sicure, atossiche, e con un ottimo rapporto efficienza/convenienza.

Il ghiaccio secco è la scelta prediletta in applicazioni specifiche in cui è richiesta la garanzia del mantenimento di temperature negative estreme per lungi periodi, ma è un prodotto a volte complesso.

Vantaggi e Svantaggi

I vantaggi del ghiaccio sintetico includono la sua riutilizzabilità e l’assenza di residuo liquido, rendendolo economico e pulito per l’uso quotidiano. Invece, il ghiaccio secco, nonostante la sua efficacia nel mantenere temperature molto basse, presenta rischi di sicurezza a causa della sua natura estremamente fredda e della necessità di gestire la sublimazione in spazi adeguatamente ventilati.

In conclusione

La scelta tra ghiaccio sintetico e ghiaccio secco dipende strettamente dalle specifiche esigenze di spedizione e conservazione. Per decisioni informate, considerate la natura del prodotto, la durata del trasporto, le condizioni ambientali e le normative di sicurezza. Speriamo che questo confronto vi aiuti a scegliere l’opzione più adatta